News


Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.ciafriuliveneziagiulia.it/home/templates/ciafvg2/functions.php on line 587

Il Direttore Luca Bulfone indica come comportarsi in questo stato di emergenza

Gentile iscritto, gestore di azienda agricola e agrituristica,

in riferimento al nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo u.s. molti associati ci richiedono chiarimenti su come comportarsi.

Le attività di ristorazione (e quindi anche le attività agrituristiche) sono consentite dalle ore 6.00 alle ore 18.00, con obbligo a carico del gestore, di garantire le distanze interpersonali di sicurezza di almeno un metro. In caso di violazione, vige la pena di sospensione dell’attività.

Sottolineo la necessità di far rispettare le distanze di sicurezza in quanto è una responsabilità precisa in capo al gestore.

Ora, proprio in seguito all’ultimo DPCM, le norme restrittive che prima valevano solo per alcune zone sono estese a tutto il territorio italiano. Il decreto impone a tutti i cittadini di “evitare ogni spostamento fisico (…)all’interno dei territori (di tutta l’Italia!), salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. Questi spostamenti devono essere autocertificati.

Per quanto ci riguarda, ciò significa che anche i tuoi clienti si possono muovere o per lavoro, e quindi fermarsi in agriturismo per nutrirsi, oppure per acquistare prodotti alimentari (necessità), ma non, per esempio, per fare una cena conviviale con i propri amici e la propria famiglia.

E’ molto probabile che ci sarà un calo notevole dei clienti “conviviali” proprio perché è ciò che dispone il DPCM e aumenteranno anche i controlli da parte delle competenti autorità.

Quindi, egregio associato, ti invito a considerare quelle che sono le tue giornate di apertura (fine settimana o giornate lavorative) piuttosto che la tua clientela abituale (lavoratori o clienti “conviviali”) in maniera tale da poter fare la scelta migliore riguardo agli orari di apertura e chiusura nonché calibrare al meglio il personale sulle prospettive d’afflusso della clientela.

 

Luca Bulfone

Direttore CIA Friuli Venezia Giulia